La piaga dell’azzardo sta colpendo anche i più fragili fra i fragili: stiamo ricevendo infatti numerose segnalazioni da Enti e Strutture che offrono accoglienza a migranti e rifugiati circa il dilagare di questo devastante fenomeno fra gli ospiti provenienti da Paesi in guerra o fuggiti da situazioni di profondo disagio economico-sociale.

Si calcola che circa il 60% (!!) delle persone accolte azzardi quei pochi euro che lo Stato mette loro a disposizione: molti addirittura si indebitano finendo nella spirale dello strozzinaggio e alimentando così illegalità e reati.

Si aggiunge dunque sofferenza a sofferenza: persone già piegate dalla vita si trovano a precipitare in un baratro di ulteriore dolore.

È necessaria e urgente una seria mobilitazione: le Istituzioni tutte devono guardare in faccia persone e problema e mettere in atto quanto prima strategie e soluzioni adeguate: anche così misuriamo il nostro grado di Civiltà!

A.I.A.F. – Non t’azzardare

Lascia un commento